Sport Sano in Ca’ Sana

 

TRE GIORNATE DI CIBO, FATICA E PAROLE AL RISTORANTE BIOLOGICO CA’ SANA CON LA LIBERTAS PADOVA

 

Uno stile di vita sano, attenzione per la cultura e il territorio e amore per lo sport si intrecciano strettamente nel programma di eventi “Sport sano in Ca’ Sana” realizzato dal Centro Provinciale Sportivo Libertas di Padova e dal Ristorante Biologico Ca’ Sana di via Santi Fabiano e Sebastiano a Padova.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Primo incontro con il runner Andrea “Budu” Toniolo in cui si affronterà il tema dello sport come stile di vita, scoperto o riscoperto una volta di fronte alle sfide della propria esistenza. Sfide si sublimano poi in traguardi sportivi, ambiziosi, da raggiungere sempre “sulle proprie gambe”.

Gambe protagoniste anche dell’incontro con Marco Ballestracci, intitolato proprio “Storia di gambe”. Scrittore e musicista, Ballestracci racconta nei suoi libri il profondo rapporto tra lo sport e la cultura di una terra, il Veneto, che anche attraverso lo sport ha affrontato e superato i momenti più duri della sua storia.

Una storia, quella degli sportivi veneti che trovano fuori dalla loro regione fortuna e successi, che continua ancora oggi. Una di queste storia, quella di Andrea De Nicolao, che da Padova è partito per diventare uno dei protagonisti del basket italiano, sarà al centro dell’ultimo del ciclo di incontri di “Sport sano in Ca’ Sana” dedicato alle esperienze degli sportivi padovani che hanno avuto successo anche a livello nazionale e internazionale.

IL PROGRAMMA

PRIMO INCONTRO RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI  Correre naturalmente, con Andrea Budu Toniolo – Introduzione alla corsa naturale e allenamento collettivo, ristoro vegano post allenamento (dal costo di 5 euro), presentazione del video di Andrea Toniolo e Alberto Scapin ”Caponord – The Runner Doc”.

Evento patrocinato dal Comune di Padova e dal Coni Veneto.

Per l’allenamento è gradita la prenotazione info@libertaspadova.it – 328-3188615

Domenica 22 maggio, alle 18.30: Storia di gambe, con Marco Ballestracci e Claudio Cecchetto (fisarmonica) – Marco Ballestracci, accompagnato alla fisarmonica da Claudio Cecchetto, racconta storie di ciclisti e di ciclismo, contenute anche nei suoi libri, attraverso anche le canzoni che le hanno accompagnate.

Data da definirsi: Sportivi padovani nel mondo: Andrea De Nicolao intervistato da Giovanni Pellecchia – Giovanni Pellecchia, allenatore di basket e giornalista sportivo, intervista il giocatore di Basket della Reggiana Andrea De Nicolao, che ripercorre anche attraverso le immagini la sua carriera dagli esordi sui campi padovani alla ribalta del massimo campionato tricolore.

GLI EVENTI

ANDREA “BUDU” TONIOLO, CORRERE NATURALMENTE

Ventisei anni, padovano, Andrea Toniolo da sempre nutre la passione per la natura e lo sport. Calciatore, nel 2012 subisce due incidenti, uno di gioco a luglio e a settembre uno in motocicletta. Dopo sei mesi di convalescenza, costretto a lasciare lo sport e perso il lavoro, Andrea Toniolo scopre la possibilità di costruirsi una nuova vita attraverso la corsa.

In tre mesi prepara il Magraid, ultratrail di cento chilometri nella steppa, dove si classifica al diciassettesimo posto. Dopo diverse esperienze in questo genere di competizioni, il 19 aprile inizia la grande impresa: con un carretto denominato Anna-Jenny #1, in completa autosufficienza, arriva a Capo Nord dopo 84 giorni d 4.300 chilometri di corsa. Insieme al regista Alberto Scapin realizza un documentario sull‘impresa: «Da molti mesi pratico e studio la giusta tecnica di corsa e la preparazione atletica che mi ha portato a correre più di 50 chilometri al giorno, per 84 giorni trainando circa 35 chili di peso. Da qualche mese ho anche ottenuto la certificazione “Barefoot Training Specialist” EBFA e ho iniziato a trasmettere le mie conoscenze ai corridori» racconta “Budu”.

MARCO BALLESTRACCI STORIA DI GAMBE

Musicista blues e scrittore, Marco Ballestracci nasce in Svizzera, ma vive e lavora a Castelfranco Veneto. In gioventù è stato un giocatore di rugby nella formazione della sua città.

Nei suoi libri racconta molte “storie di gambe”, le imprese eroiche e leggendarie dei ciclisti italiani che con le loro gesta facevano sognare, nel secondo dopoguerra, un popolo che cercava di ricostruirsi un futuro, spesso anche attraverso l’emigrazione all’estero.

Lo spettacolo “Storie di Gambe”, tra sport e musica con l’accompagnamento del musicista Claudio Cecchetto accompagna, grazie al ciclismo epico degli anni sessanta e settanta tra la tormenta sul Gavia e il caldo torrido del Mount Vetoux, in un viaggio tra gli eroi sportivi con uno spettacolo da vedere e ascoltare

SPORTIVI PADOVANI NEL MONDO: ANDREA DE NICOLAO

Andrea De Nicolao, playmaker ventiquattrenne, è il giocatore di pallacanestro padovano di maggior livello ora in attività. Nato a Camposampiero e cresciuto nella Pallacanestro Vigodarzere (società fondata dal padre Stefano, a sua volta ex giocatore di discreto livello), è il più grande di tre fratelli, tutti giocatori di basket: Francesco e Giovanni sono entrambi in serie A2 (a Imola e Casale Monferrato).

A livello giovanile, dopo due stagioni nelle principali realtà della provincia di Padova (Virtus e Petrarca Patavium) e dopo aver vinto nella stagione 2007-2008, regista titolare, a soli 16 anni, il campionato di C2 con la Pro Pace Pierobon, ha completato il percorso di formazione nella Benetton Treviso: vincendo lo “scudettino” Under 19 nella stagione 2008-2009 e divenendo anche capitano della Nazionale Under 18 (venendo convocato, tra i migliori prospetti, per l’All Star Game Fiba Europe Under 18). Con gli “azzurrini” Under 20, vincerà nel 2011 la medaglia d’argento ai Campionati Europei.

A livello senior, ha fatto il suo esordio in serie A1 il 12 ottobre 2009 sempre con la Benetton. Dopo la stagione in A Dilettanti (al Lago Maggiore) e il ritorno a Treviso, ha giocato due buone stagioni a Varese. L’anno scorso la scelta di scendere in A2, per giocare da protagonista, a Verona (con cui ha vinto la Coppa Italia) laureandosi miglior assist-man della categoria; rientrando però questa stagione nel massimo campionato dalla porta principale: ai vice-campioni d’Italia di Reggio Emilia, dove ha vinto la Supercoppa Italiana e sta viaggiando a 6,3 punti e 3,9 assist di media. È anche nel girone della Nazionale maggiore: il suo esordio l’11 marzo del 2012, in occasione dell’All Star Game di Pesaro contro i migliori stranieri del campionato; per lui, in totale, 14 convocazioni.

A raccontare con il protagonista la storia di Andrea De Nicolao dagli esordio alla nazionale maggiore sarà Giovanni Pellecchia, giornalista collaboratore del Gazzettino e tecnico di basket, che conosce bene De Nicolao per averlo incrociato come allenatore nelle giovanili del Petrarca Patavium: «Nel derby di ritorno – racconta Pellecchia – disputato nella storica palestra di via Tadi, segnò ben 63 punti: rivelandosi assolutamente immarcabile e, ovviamente, facendo vincere lasua squadra. Lui la ricorda ancora oggi come “la sua miglior partita”, anche se sostiene di averne realizzati addirittura 65!».