FINANZIAMENTI, CONTRIBUTI E INCENTIVI

📌PROSEGUE L’IMPEGNO DI SPORT E SALUTE PER LA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ DELLO SPORT DI BASE📌
💶📢 FINANZIAMENTI, CONTRIBUTI E INCENTIVI 💶📢
👉🏻 Sport e Salute S.p.A. sostiene l’associazionismo sportivo di base e promuove la realizzazione e gestione di Presidi sportivi ed educativi in quartieri e periferie disagiate con il progetto “SPORT DI TUTTI–QUARTIERI” realizzato in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN), le Discipline Sportive Associate (DSA) e gli Enti di Promozione Sportiva (EPS). Destinatari del finanziamento: ASD/SSD iscritte al Registro CONI e affiliate alle Federazioni Sportive Nazionali (FSN), alle Discipline Sportive Associate (DSA) e agli Enti di Promozione Sportiva (EPS) riconosciuti dal CONI.
Risorse complessive: Euro 1.947.358,00. Importo massimo erogabile per ciascun Presidio sportivo/educativo approvato, per un anno di attività (12 mesi) : Euro 100.000,00 (scadenza 30 giugno 2021).
👉🏻 Sport e Salute S.p.A. sostiene progettualità sportive e sociali, che utilizzano lo sport come strumento di prevenzione recupero e inclusione sociale per soggetti fragili, categorie vulnerabili e a rischio emarginazione sociale, con il progetto “SPORT DI TUTTI – INCLUSIONE” realizzato in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN), le Discipline Sportive Associate (DSA) e gli Enti di Promozione Sportiva (EPS). Destinatari del finanziamento: ASD/SSD iscritte al Registro CONI e affiliate alle Federazioni Sportive Nazionali (FSN), alle Discipline Sportive Associate (DSA) e agli Enti di Promozione Sportiva (EPS) riconosciuti dal CONI. Risorse complessive: Euro 2.000.000,00. Importo massimo finanziabile: Euro 15.000,00 (scadenza 30 giugno 2021).
👉🏻 Sport e Salute S.p.A concede contributi a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Gruppi Sportivi Militari e dei corpi civili dello Stato e Associazioni Benemerite, per aiutare la ripartenza delle società e delle associazioni sportive dopo i mesi più difficili della pandemia, con un’attenzione particolare all’attività di base. Le misure di sostegno sono volte a:
1. Piano Salute : sostenere la certificazione e gli screening medico-sportivi, in particolare per le attività giovanili e per persone fragili, anziani, disabili e residenti in aree con un elevato disagio sociale. Risorse complessive: Euro 500.000,00. Contributo massimo: Euro 12.000,00 (IVA inclusa) per ciascuna proposta progettuale da svolgersi nel corso dell’anno 2021 (scadenza 30 marzo 2021);
2. Piano Formazione : promuovere un piano straordinario di formazione finalizzato alla rete associativa territoriale. Risorse complessive: Euro 500.000,00. Saranno ammessi alla valutazione progetti che abbiano un valore minimo di Euro 10.000,00, da svolgere nel corso dell’anno 2021 (scadenza 30 marzo 2021);
3. Piano Tech-Digitalizzazione : sostenere l’infrastrutturazione tecnologico-digitale. Risorse complessive: Euro 1.500.000,00. Contributo massimo: Euro 300.000,00 (IVA inclusa) per ciascuna proposta progettuale, da svolgersi nel corso dell’anno 2021 (scadenza 30 marzo 2021);
4. Piano Impianti : supportare i lavori di ripristino per impianti sportivi di cui gli Organismi Sportivi hanno la gestione diretta, in proprietà o in concessione, colpiti nel 2020 da calamità naturali, che versano in situazioni di particolare disagio. Contributo massimo: Euro 150.000,00 per ciascun progetto; in linea subordinata, sostenere la gestione di impianti sportivi, di cui gli Organismi Sportivi hanno la gestione diretta, in proprietà o in concessione , che hanno subito l’arresto delle attività in conseguenza dell’emergenza epidemiologica . Contributo massimo: Euro 60.000,00 per gli impianti sportivi coperti e Euro 30.000,00 per gli impianti sportivi all’aperto Risorse complessive: Euro 1.000.000,00. (scadenza 30 marzo 2021).
Ecco il link per ulteriori informazioni e per la modulistica.

Bando per ristori Regionale

IMPEGNO DA 18 MILIONI DI EURO PER IMPRESE DEI SETTORI MESSI IN GINOCCHIO DA SECONDA ONDATA COVID

Sarà pubblicato il 10 febbraio il bando regionale che dà il via libera ad un intervento di ristoro destinato alle imprese venete appartenenti alle filiere più colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

La Regione mette a disposizione 17,4 milioni di euro ai quali va aggiunto un ulteriore milione di euro da parte di Unioncamere che, grazie ad un accordo di programma, ha affidata la gestione operativa del bando.

La misura è rivolta alle aziende iscritte al registro delle imprese e aventi una sede operativa attiva in Veneto alla data della domanda di ristoro, e operanti nelle filiere di seguito specificate, in settori individuati da specifici codici Ateco:
– filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.);
– ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi);
– filiera trasporti persone;
– filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante);
– filiera attività culturali e spettacolo;
– commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria ed esercizi all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata sospesa per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.

Il bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a euro 18.365.921,05.

L’apertura dei termini per la compilazione e la presentazione della domanda di sostegno è prevista a partire dalle ore 10.00 del giorno 10 febbraio 2021, fino alle ore 17.00 del giorno 3 marzo 2021. Tutte le domande presentate in possesso dei requisiti saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse disponibilii

Clicca al link per visualizzare il BANDO