Odiare Non è uno Sport

Grazie al contributo di tante realtà padovane l’iniziativa di sensibilizzazione di contrasto  all’odio mediatico nello sport (hate speech) ha riscontrato un grande successo.

Libertas Padova ha supportato l’evento coinvolgendo gruppi podistici e testimonial di riguardo tra i quali citiamo Giovanni Storti (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo), l’Assessore allo sport Diego Bonavina e Giorgio Calcaterra, tre volte campione del mondo sui 100km. La ciliegina sulla torta sono stati i 500 euro che come EPS e grazie a Informatici senza Frontiere siamo riusciti a trasformare in materiale sportivo e regalare ai bambini di Casa Priscilla a Padova.

Particolarmente toccante è la stata la cerimonia di consegna dei regali, di seguito qualche foto e video, alla presenza dell’Assessore allo Sport Diego Bonavina, di Marco Pasquato Coordinatore di Informatici Senza Frontiere per il Veneto, di gran parte del Consiglio Direttivo Provinciale Libertas e infine di Franco Marangoni titolare del negozio sportivo  1/6 Acca.

Per informazioni sul progetto: www.odiarenoneunosport.it

 

VIDEO DIEGO BONAVINA ASSESSORE ALLO SPORT DEL COMUNE DI PADOVA

VIDEO MARCO PASQUATO COORDINATORE INFORMATICI SENZA FRONTIERE VENETO

VIDEO STEFANIA FORIN, VICE PRESIDENTE LIBERTAS PADOVA

VIDEO FRANCO MARANGONI, TITOLARE 1/6 ACCA

 

 


 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *