Finanziamento garantito dallo Stato

Assicurazione attività da remoto

Caro Presidente

 

hai ricevuto pochi giorni fa la nostra comunicazione sull’estensione assicurativa per l’organizzazione, in casa da remoto, di attività motorio- salutistiche di soci regolarmente tesserati.

 

In questa estensione rientrano i sinistri eventualmente avvenuti a decorrere dall’introduzione delle disposizioni straordinarie intervenute, fino alla scadenza dello stato di emergenza sanitaria in corso.

 

Ma tale copertura assicurativa è valida se e solo se l’attività è svolta sotto l’egida del CNS LIBERTAS o delle sue STRUTTURE TERRITORIALI ( CR o CP ). Il che vuol dire inserita a registro

(per esempio come attività didattica nel caso degli allenamenti da casa), organizzata da una nostra struttura periferica e svolta dai nostri tesserati.

 

E’ importante ricordare che questa estensione di operatività delle garanzie di polizza non ha alcun costo aggiuntivo per i nostri tesserati. Un accordo con PosteAssicura infatti ci ha dato la possibilità di dare risposta a le molte iniziative che provengono dal territiorio.

 

Iniziative importanti, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche e sopratutto sociale e psicologico in un momento così difficile e che rappresentano la vera anima dello sport di base. 

 

 

 

 

 

Certi della vostra collaborazione

 

                                                                                         Il Centro Nazionale

Indennità collaboratori sportivi

Indennità collaboratori sportivi

Dalle ore 14 di oggi è possibile inviare un SMS al numero 339.9940875 con il proprio Codice Fiscale e ottenere l’appuntamento necessario per registrarsi alla piattaforma di Sport e Salute e presentare la domanda.

Per qualsiasi dubbio contattaci

                                                                                     

 

 Il Centro Nazionale

Comunicazione importante

Caro Presidente

con riferimento ad alcune lodevoli iniziative che riguardano l’organizzazione, in casa da remoto, di attività motorio- salutistiche di soci regolarmente tesserati, si comunica che le stesse non prevedono la copertura assicurativa in caso di infortunio, invalidità o morte. L’organizzazione di tale attività ricade sotto la responsabilità personale dell’organizzatore, che sia persona fisica o giuridica. 

L’attività motoria e salutistica in qualsiasi forma realizzata infatti è sospesa “ope legis” in forza di vari DPCM emanato dal Governo

Certi della vostra collaborazione

                                                                                         Il Centro Nazionale

Distanti ma uniti dal cuore sportivo

Caro Presidente

 

Ti informo che in queste ore il Centro Nazionale è in costante contatto con Sport e Salute Spa per conoscere le modalità con cui i collaboratori sportivi dovranno presentare la domanda per ottenere l’indennità prevista dagli articoli 27 e 96 dal Decreto n. 18 del 17/03/2020 “Cura Italia”.

Gli uffici del Dipartimento Nazionale della Formazione del nostro Ente sono pronti a dare immediata comunicazione individuale a tutti i tecnici iscritti all’Albo Nazionale Libertas, via mail, per informarli  sulle modalità di accesso al portale di Sport & Salute e sulle procedure di  presentazione della domanda di indennità, che dovrà essere inoltrata direttamente dagli interessati senza l’intermediazione di terzi.

Ti segnalo anche gli approfondimenti sul sito istituzionale della Libertas sulle tematiche del decreto Cura Italia.

Siamo distanti ma restiamo uniti!

                                                                                                      Il Presidente

Luigi Musacchia

DPCM 8 marzo 2020 – Emergenza Covid-19

Si rimette la comunicazione pervenuta dal Responsabile Affari Legislativi di Sport e Salute, che detta le disposizioni in ordine ai comportamenti relativi alla diffusione del virus covid-19.

“In considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica e del carattere particolarmente diffusivo del virus, il Governo ha ritenuto necessario provvedere a una rimodulazione delle aree soggette alle misure di contenimento più restrittive e all’individuazione di ulteriori misure sull’intero territorio nazionale – DPCM 8 marzo 2020 –.

 

Parallelamente, in forza del potere delle Regioni di cui all’art. 3, comma 2, del D.L. 23 febbraio 2020, n. 6, fatto salvo dal DPCM 8 marzo (art.5, comma 4) sono state emanate ordinanze regionali che ne recepiscono le disposizioni e stabiliscono ulteriori misure di prevenzione.

Si riportano i link dei siti istituzionali delle Regioni che hanno pubblicato ordinanze successive al DPCM 8 marzo 2020:

Abruzzo – Basilicata – Calabria – Campania – Emilia Romagna – Lazio – Liguria – Molise – Puglia – Sardegna – Sicilia1 – Sicilia2 – Toscana

Al fine di consentire un costante aggiornamento delle informazioni sull’emergenza dovuta al virus COVID-19, si allega il DPCM 8 marzo 2020, di cui si raccomanda l’integrale lettura e si evidenziano, di seguito e in una prima sintesi, le novità riguardanti le zone individuate dall’art.1 – c.d. “ZONA ROSSA” – e il restante territorio nazionale.

 

DPCM 8 marzo 2020 (G.U. n. 59 del 08/03/2020)

 

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. 

Il provvedimento consta di 5 articoli e un allegato e, per quanto di interesse

NELLE LE ZONE INDICATE DALL’ART.1, c.d. “ZONA ROSSA:

  • il comma 1, lettera d) – sospende, sia in luoghi privati che pubblici, gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina; tuttavia resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti professionisti e atleti di categoria assoluta che partecipano ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico.

Le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, rimangono tenute ad effettuare i controlli idonei contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

  • il comma 1, lettera f) – dispone la chiusura degli impianti nei comprensori sciistici;

  • il comma 1, lettera g) – nel disporre la sospensione di tutte le manifestazioni organizzate e degli eventi in luogo pubblico o privato compresi, tra gli altri, quelli di carattere ludico e sportivo sospende anche l’attività di scuole di ballo, sale giochi e sale scommesse;

  • il comma 1, lettera s) – per quanto concerne, invece, lo sport di base e le attività motorie in genere, sospende, tra le altre, anche l’attività di palestrepiscinecentri sportivi e ricreativi nonché centri natatori;

SULL’INTERO TERRITORIO NAZIONALE – ART. 2:

  • il comma 1, lettera c) – sospende l’attività, tra le altre, di scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e locali assimilati, con sanzione della sospensione della stessa in caso di violazione;”

Qui il testo completo del decreto DPCM 8 marzo

Informative pervenute dal CONI e dalla Federazione Medico Sportiva Italiana – Covid-19

Amici sportivi, eccovi le informative che abbiamo ricevuto dal CONI e dalla Federazione Medico Sportiva Italiana in merito all’emergenza sanitaria di questi giorni.

Vi invitiamo a leggerle e a condividerle con tutti i membri delle vostre ASD.

Comunicazione Urgente COVID-2019

18_suggerimenti_FMSI_vs_Coronavirus

Loghi Libertas sul tuo volantino del tuo evento!

Mandate all’indirizzo mail info@libertaspadova.it la locandina del vostro evento (ricordate di mettere il logo del Centro Provinciale che trovate qui sotto). La pubblicheremo sul sito. Accompagnate il volantino con una breve descrizione dell’evento che volete pubblicizzare.

Grazie.

Sport e detrazioni: ora solo con pagamenti tracciabili

Vogliamo condividere con tutti i presidenti delle associazioni affiliate la comunicazione che abbiamo ricevuto dal presidente Libertas Luigi Musacchia.

 

Comunicazione alle Associazioni

Gentile Presidente

con la presente si intende informarla di una recente disposizione fiscale che coinvolge anche il mondo associazionistico sportivo.

Infatti la Legge di Bilancio n. 160 del 27/12/2019, all’art. 1 un nuovo comma, il comma n. 679, stabilisce che a far data dal 1° gennaio 2020, le spese detraibili per l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad attività sportive, per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, ad associazioni sportive dilettantistiche, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica nella misura del 19% (ex Art.15 del Tuir D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 ) dovranno essere effettuate con moneta elettronica, ossia attraverso strumenti di pagamento tracciabili, pena la perdita del beneficio stesso.

A tal fine è indispensabile che la Vostra associazione informi correttamente i propri Soci e Tesserati sulla nuova disposizione di legge e a tal proposito, questa presidenza provinciale, sentiti i consulenti fiscali di riferimento ha formulato un comunicato il cui testo viene di seguito pubblicato affinché codesta presidenza possa pubblicarlo predisponendolo su carta intestata del sodalizio sportivo nelle bacheche ufficiali dell’impianto.

Rimane com’era già stabilito da precedenti normative, l’obbligo del rilascio al Genitore della ricevuta specifica  ai fini della prevista detrazione Irpef per la denuncia annuale dei redditi.

AVVISO A TUTTI GLI ASSOCIATI   E  TESSERATI

NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA DI DETRAZIONI PER ATTIVITA’ SPORTIVE – MODALITA’ DI PAGAMENTO

 

– Visto  l’art.  1,  comma 319, della legge 27 dicembre 2006, n. 296,  secondo  il quale all’art. 15 del T.U.delle  imposte  sui  redditi  di cui al D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, è previsto che ai fini delle detrazioni IRPEF, per un importo non superiore a 210  euro annuo, siano comprese le spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento, per i ragazzi   di   età   compresa   tra   5  e  18 anni,  ad associazioni sportive dilettantistiche,   palestre,   piscine  ed  altre  strutture  ed impianti  sportivi  destinati  alla  pratica sportiva dilettantistica;

– tenuto conto che ai fini della detrazione  la spesa deve essere certificata da bollettino postale o bancario, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento contenente l’indicazione della palestra, piscina o associazione, la denominazione, la sede legale, la partita IVA, l’attività sportiva esercitata, l’importo pagato per la prestazione, i dati anagrafici del praticante nonché il codice fiscale di chi effettua il pagamento.

– vista la Legge di bilancio n. 160 del 27/12/2019, all’art. 1, in materia di “ Detrazioni Irpef con pagamenti tracciati “ , di cui al comma 679 che stabilisce che   a far data dal 1° gennaio 2020, le spese detraibili nella misura del 19% (articolo 15 del Tuir) dovranno essere effettuate con moneta elettronica, ossia attraverso strumenti di pagamento tracciabili, pena la perdita del beneficio stesso.

– considerato che la disposizione introdotta dalla legge di Bilancio condiziona la detraibilità all’uso della moneta elettronica, ritenendo strumenti tracciabili i versamenti bancari o postali, assegni bancari e circolari,

 

la scrivente Associazione Sportiva Dilettantistica Libertas , organismo associativo senza scopi di lucro (art. 31 D.P.R. 2.8.1974 n. 530 – DM 27/12/1979 n. 106710/12000°.) , non avendo obbligo di dotarsi di un dispositivo elettronico (POS-BANCOMAT) in quanto non esercitante “attività d’impresa” verso terzi, ma servizi di carattere sportivo rivolto a Associati o Tesserati al Centro Nazionale Sportivo Libertas, organizzazione sportiva nazionale riconosciuta dal CONI, nel rispetto della citata legge n. 160/2019 e ai fini della tracciabilità dei pagamenti per le detrazioni previste, di cui al citato art. 15 del T.U., informa tutti i frequentatori che al momento i pagamenti potranno essere effettuati esclusivamente mediante versamenti bancari (bonifico bancario) o   assegni bancari e circolari.

 

La Direzione, pur senza obbligo, valuterà nell’ottica di un miglior servizio, l’opportunità di dotarsi di un dispositivo POS solo nel caso in cui questo non comporti oneri aggiuntivi per l’Associazione e per il frequentante le attività sportive istituzionali.

 

IBAN PER I VERSAMENTI DELLE QUOTE CORSI ISTITUZIONALI

 

IT xx x xxxxx xxxxx xxxxxxxxxxxx

Nuova sede Libertas Padova

FINALMENTE ABBIAMO LA NUOVA SEDE. SIAMO IN VIA DEL COMMISSARIO 42 – 35124 PADOVA.

L’ufficio è aperto al pubblico il martedi e mercoledi pomeriggio dalle 15 alle 19.

Gli altri giorni su appuntamento. Telefono e Whatsapp 346 643 5297